Il freddo minaccia la tua pelle. Difenditi!

Il freddo minaccia la tua pelle. Difenditi!

Contrastare l’azione dell’inverno sul nostro corpo è possibile. Come? Con maggiori precauzioni e accorgimenti rispetto alle stagioni miti.

Freddo e vento, durante la stagione invernale, possono diventare acerrimi nemici della pelle.
Il clima ideale per la nostra epidermide è infatti quello mite, primaverile, senza eccessi né di sole né di freddo. A complicare la situazione, gli sbalzi termici tra le basse temperature esterne e gli ambienti riscaldati interni, che possono facilmente arrossare la pelle del viso e delle mani oltre che screpolarla provocando dolorose escoriazioni.

Una pelle sempre protetta

È vero che il freddo provoca un restringimento dei vasi di circolazione sanguigna e che una lunga esposizione agli agenti esterni invernali favorisce la disidratazione. Ma è altrettanto vero che brevi permanenze al freddo alternate a permanenze al caldo (per esempio, veloci passeggiate seguite da soggiorni in luoghi riscaldati) possono contribuire a tonificare e disintossicare la pelle grazie all’alternanza di vasodilatazione e vasocostrizione nella circolazione periferica stimolante il metabolismo cellulare.

Per proteggersi dal freddo è comunque necessario applicare creme idratanti e nutrienti o oli protettivi anche in caso di pelli grasse e oleose, perché è ormai approvato che sieri e gel anti-grasso troppo aggressivi, e non abbinati a idratanti riequilibranti, rendono la pelle ancora più impura come reazione all’eccessiva mancanza di sebo. A qualsiasi età l’uso abituale della crema da giorno, da sola o come base per il trucco, è una semplice e consigliata abitudine per ridonare salute, luminosità e colore all’epidermide.

E per le mani…

Anche le mani richiedono un trattamento di favore nella stagione rigida, perché tendono a sciuparsi, gonfiarsi e diventare rosse. L’ideale è l’utilizzo di guanti caldi e l’uso regolare di creme emollienti per ammorbidire. Non bisogna eccedere in quantità e frequenza dei lavaggi: i saponi da scegliere sono quelli con pH leggermente acido (5,5), proprio come quello della pelle.

Tràttati bene!

Con l’inverno, il freddo e la pioggia chi non desidera tuffarsi in un caldo benessere? Prendersi cura di se stesse, dimenticare la stanchezza e lo stress di una faticosa giornata di lavoro per avvolgersi nel tepore e nel relax non è solo piacevole, ma è anche un toccasana di energia e vitalità. Ritaglia del tempo per dedicare un po’ di cura al tuo corpo: inizia concedendoti una bella doccia, l’azione distensiva dell’acqua calda allevierà immediatamente la sensazione di stanchezza e renderà la tua pelle più ricettiva ai trattamenti successivi.

Almeno una volta alla settimana fai uno scrub delicato per favorire la circolazione e applica creme per ripristinare il normale pH. Infine, ricorda che un buon livello di attività fisica o la pratica di uno sport invernale, accanto ai benefici di ordine generale, aiutano a stimolare il metabolismo cellulare e a migliorare la salute e l’aspetto della pelle.

 

Enzyme Protection pH5Con l’inverno bisogna correre ai ripari contro il clima rigido, il vento e gli sbalzi termici. La nostra pelle ci protegge dalle aggressioni ambientali grazie all’aiuto degli enzimi; ma nelle pelli particolarmente sensibili, o in quelle screpolate e arrossate per via del freddo, l’attività degli enzimi è ridotta. Eucerin ha sviluppato il sistema Enzyme Protection pH5 per riattivare gli enzimi propri della pelle e rafforzare dall’interno le difese naturali. Aiuta a raggiungere un giusto livello di idratazione e a ripristinare il valore naturale del pH favorendo la rigenerazione epidermica.

A fare le spese delle intemperie tipiche della stagione invernale sono poi le mani, soggette a secchezza e screpolature. Ottimale è l’utilizzo di pH5 Crema Mani Rigenerante, dalla straordinaria efficacia e tollerabilità cutanea, anche in caso di pelle estremamente sensibile.

Il freddo fa male anche ai capelli, che tendono a seccarsi e a perdere luminosità e morbidezza. L’utilizzo di prodotti specifici, ricostituenti e ristrutturanti, in questa stagione è consigliato. È inoltre opportuno incrementare le dosi di balsamo applicato dopo il lavaggio per compensare gli effetti atmosferici.

Anche gli occhi risentono della stagione invernale: spesso “lacrimano”, perché per difendersi dall’aria particolarmente fredda tendono a produrre una maggior quantità di liquido lacrimale allo scopo di proteggere il bulbo oculare come una pellicola protettiva.

Talvolta, inoltre, si possono formare emoragie sottocongiuntivali per la rottura di un vaso a causa della rapida vasocostrizione. L’uso di occhiali protettivi è certamente una buona pratica per prevenire questi disturbi.

  Stampa