Idratazione, benessere per la pelle

Idratazione, benessere per la pelle

L’idratazione è il primo espediente per mantenere la pelle giovane e in salute perché contrasta due cause di invecchiamento cutaneo: la secchezza e la disidratazione.

 

I fattori ambientali e climatici cui la pelle è costantemente sottoposta possono aumentare la secchezza cutanea, contribuendo così ad evidenziare i segni del tempo e l'invecchiamento cutaneo. Inoltre, una pelle disidratata si espone più facilmente alle irritazioni: la barriera protettiva si deteriora e la cute si segna facilmente. Ecco perché il primo trucco di bellezza per ogni donna consiste nell’idratare profondamente la pelle.

Idratante sì, idratante no…

Il ruolo degli idratanti è quello di mantenere costante il naturale livello di umidità cutaneo e ridurre la perdita d’acqua. Così facendo viene conservato intatto il film idrolipidico che protegge la pelle.

Un buon prodotto idratante non deve tuttavia rendere eccessivo il grado di umidità; infatti si rischia di incorrere in controindicazioni come l’intasamento dei pori, responsabile della comparsa di brufoli e altre forme acneiche, e l’impossibilità della pelle di sbarazzarsi delle cellule morte, con il conseguente sopraggiungere di irritazioni e rossori.

Cosa contengono gli idratanti?

Negli idratanti vi sono molti ingredienti dall’azione specifica per rendere efficace il nutrimento della pelle. In primis si trovano agenti umidificanti, il cui ruolo è attirare l’umidità atmosferica sulla superficie epidermica per prevenirne la secchezza; gli elementi che assolvono a questa funzione sono la Glicerina, il Pantenolo, l’Acido Jaluronico, l’Acido Lattico, l’Urea e l’Acido Glicolico. Gli ultimi tre elementi, appartenenti alla categoria degli alfa- idrossi, favoriscono anche un azione esfoliante che stimola la rigenerazione cutanea.

Vi sono poi ingredienti vitaminici come l’acido retinico, costituito da vitamina A, che mantiene i pori puliti e migliora la pelle danneggiata dal sole, e ingredienti a base di vitamine del gruppo C ed E, che fungono invece da antiossidanti e combattono i radicali liberi, proteggendo la pelle dagli agenti inquinanti presenti nell’aria e dai danni arrecati dai raggi UV.

Non mancano agenti lenitivi dalla funzione anti-irritante, come bisabololo, camomilla, allantoina e radice di bardana, e lipidi, che ripristinano la barriera protettiva della pelle. Infine, molti prodotti idratanti contengono tensioattivi, sostanze con la proprietà di abbassare la tensione superficiale di un liquido, agevolando la bagnabilità delle superfici e facilitando quindi l’applicazione di creme idratanti.

AQUAporin ACTIVE LightPer l’idratazione intensa e costante del viso, Eucerin presenta la Linea AQUAporin ACTIVE, l’innovativa gamma di prodotti con Gluco-Glicerolo in grado di stimolare la capacità delle cellule di trattenere e immagazzinare l’acqua e di migliorarne il trasporto da cellula a cellula, per un livello di idratazione sensibilmente migliorato, che raggiunge anche gli strati più profondi dell’epidermide.

Prova AQUAporin ACTIVE Light, la crema per pelli sensibili, normali e miste dalla texture delicata e dal rapido assorbimento. Avrai una pelle liscia, elastica e luminosa a lungo.

AQUAporin ACTIVE è il programma specifico per l’idratazione del tuo viso: vieni a conoscere tutta la linea.

Per valutare il grado di sensibilità cutanea esiste un esame chiamato Stinging test eseguibile in studi dermatologici specifici. Come funziona? Si applica una goccia di soluzione acquosa al 10% di lattato, derivato del latte, sull’interno dell’avambraccio. In caso di pelle sensibile, dopo 2 o 3 minuti si riscontra un leggero arrossamento, che scompare in pochi minuti senza alcuna conseguenza. A questo punto è possibile stabilire il grado di sensibilità della pelle in una scala da 1 a 7:

  • 1-2 pelle normale;
  • 3-4 pelle leggermente sensibile;
  • 5-6 pelle mediamente sensibile;
  • 7 pelle sensibile.
Secondo la leggenda, la magnifica Cleopatra, regina dell’Antico Egitto, amava immergersi in latte d'asina per mantenere intatta la sua avvenenza e conservare lo splendore della propria pelle. La leggenda narra che occorrevano ben 700 asine per fornirle la quantità di latte necessaria ai suoi quotidiani bagni di bellezza. Così pare facesse anche Poppea, la seconda moglie di Nerone.

Effettivamente il latte d’asina rende morbida e liscia la pelle per l’elevato potere idratante dato dalla composizione ricca di proteine e lipidi. Il latte d’asina è tuttora adoperato per produrre saponi e creme idratanti.
  Stampa