Medicina antirughe

Medicina antirughe

Nel mondo dell’estetica si parla sempre meno di chirurgia e sempre più di medicina per combattere le rughe e i segni del tempo. Ma cosa sono davvero questi nuovi soluzioni? E in che cosa consistono?

 

La medicina estetica comprende tecniche non invasive di ringiovanimento globale con tempi di recupero ridotti rispetto al bisturi. Parliamo di alcuni di essi: i laser, i filler e i peeling.

Laser

Il termine laser significa “amplificatore di luce tramite emissione stimolata di radiazione” (Light Amplification by the Stimulated Emission of Radiation) ed è una sorgente di radiazioni luminose con un elevato numero di fotoni. L’energia luminosa si concentra sulla ridotta porzione di pelle su cui si desidera intervenire, per esempio una macchia o un capillare; la luce viene assorbita eliminando il segno tramite riscaldamento o coagulazione, mentre i tessuti circostanti sono attraversati dal raggio senza essere danneggiati. L’azione del laser consente la rimozione delle vecchie cellule e la rigenerazione dei tessuti.

Filler

I filler sono sostanze in forma di gel trasparente iniettabili per un effetto riempitivo. Naturali o di sintesi, si distinguono in riassorbibili e permanenti. I primi hanno effetto temporaneo: sono, quindi, a prova di ripensamenti. I secondi, sconsigliati dai dermatologi e sempre meno richiesti, più che essere definitivi sono non riassorbibili, e portano il rischio di granulomi rimuovibili solo chirurgicamente.

Iniettati sottopelle, i filler modificano i volumi e cancellano segni e piccole rughe: possono aumentare le dimensioni delle labbra, del mento e degli zigomi o riempire le rughe per togliere qualche anno. Un ingrediente molto utilizzato per i filler è l’Acido ialuronico, filler indolore. A seguire, trattamenti iniettabili a effetto “rimpolpante” come l’acido polilattico e l’hydroreserve, che esercitano una profonda azione ristrutturante, idratante e biostimolante.

Peeling

l peeling estetici sono trattamenti esfolianti d’urto effettuati tramite l’applicazione sulla pelle di una o più sostanze chimiche caustiche. A seconda dell’agente utilizzato, della sua concentrazione e del tempo di applicazione, ciò provoca una parziale o totale eliminazione degli strati epidermici più superficiali. La pelle si rigenera e, a livello dermico, viene incentivata la produzione di nuovo collagene.

Linea Eucerin Anti-EtàDesideri contrastare i segni del tempo e le rughe in modo non invasivo e mirato? Eucerin ti propone la Linea Anti-Età, una vasta gamma di prodotti pensati per tutte le donne, che offre un trattamento completo ed efficace contro l’invecchiamento cutaneo e mantiene inalterati nel tempo bellezza e tono della pelle.

Hyaluron-Filler Trattamento giorno, per le donne dai 35 ai 45 anni
Riduce visibilmente le rughe e preserva l'elasticità e la compattezza della pelle grazie alla combinazione di Acido Jaluronico e Saponina.



DermoDENSIFYER, per le donne oltre i 55 anni
Con Arctiina e Apiaceae Peptidi, riattiva e accelera il fisiologico processo di rigenerazione cellulare restituendo densità ed elasticità.

Scopri tutti i prodotti della Linea Eucerin Anti-Età.

Per le rughe sottili l’ideale è il collagene, di origine animale o sintetica. In passato veniva ricavato prevalentemente dai bovini e imponeva prove allergiche prima del trattamento. Oggi il più diffuso è il collagene porcino, esente da test pretrattamento in quanto non espone a rischio di allergie.

Il collagene di origine porcina ha la caratteristica di essere particolarmente fine e indicato per le rughe leggere. È impiegato anche per accentuare il piccolo rilievo del contorno labbra. Un’applicazione di collagene bovino o sintetico ha una durata di 3-4 mesi circa, quello porcino di circa 9 mesi. Se desideri un approfondimento sul collagene fai clic qui.

I peeling possono essere distinti in superficiali, medi o profondi a seconda del livello cutaneo su cui vanno ad agire. Quelli superficiali servono alle pelli danneggiate dal sole, con rughe sottili o macchie superficiali.

I medi, che oltrepassano l’epidermide, sono utilizzati per eliminare le macchie dell’età o del fotoinvecchiamento, segni lasciati dall’acne e piccole cicatrici. Quelli profondi, decisamente invasivi, giungono fino al derma e possono essere complementari al lifting chirurgico.

  Stampa