Dermatiti ed eczemi, si salvi chi può!

Dermatiti ed eczemi, si salvi chi può!

Estremamente fastidiosa, la dermatite atopica, anche conosciuta come eczema, è un’affezione della pelle che colpisce dal 3 al 5% della popolazione. Come si manifesta?

 

Pelle secca, intenso prurito, rossore, infiammazione. Ancora, bolle e vesciche che possono rompersi liberando un liquido chiaro. Sono tutte manifestazioni della dermatite atopica, altrimenti detta eczema, termine la cui etimologia significa ebollizione.

Eczema da contatto

La forma più comune di dermatite atopica è l’eczema da contatto, infiammazione che insorge generalmente per esposizione della pelle a sostanze di natura chimica, fisica o biologica. Può scatenarsi per un meccanismo di sensibilizzazione allergica o in seguito a un contatto diretto e prolungato con un agente.

Inizialmente le lesioni interessano solo la zona esposta, ma non di rado si estendono alle altre aree cutanee. Quali sono le sostanze sensibilizzanti? I metalli, soprattutto cromo, nichel e cobalto; farmaci per uso locale quali antibiotici e antistaminici; cosmetici come le tinture per capelli, lo smalto per unghie e i deodoranti. Infine, anche le fibre tessili e alcuni detersivi e saponi possono contribuire alla genesi di questo tipo di dermatite. Scopri come trattarlo.

Eczema atopico

L’eczema atopico, detto costituzionale, esordisce solitamente in tenera età, nei bimbi di 2/6 mesi, e interessa le guance, la pelle dell’interno dei gomiti, dei polsi e il retro delle ginocchia. Nella maggioranza dei casi migliora intorno ai 2 o 3 anni, ma è una patologia dal decorso cronico: a periodi di quasi completa risoluzione o scomparsa delle lesioni, per lo più in estate, si alternano improvvise ricomparse.

Si associa spesso a una storia personale e familiare di malattie allergiche come la ricongiuntivite o l’asma allergica; i fattori che concorrono sono genetici, immunologici e ambientali. Nei primi due anni di vita si localizzano sul cuoio capelluto e sulle guance. Alcuni soggetti guariscono entro i due anni, altri se la trascinano fino alla pubertà, in altri ancora persiste tutta la vita con fasi di apparente risoluzione e successivi peggioramenti.

Altre forme eczematose

Accanto a queste due varietà di dermatite atopica esiste infine l’eczema seborroico, che si presenta nei bambini sotto forma di crosta lattea, mentre negli adulti predilige il torace, il cuoio capelluto e il viso: insomma, le parti del corpo ricche di ghiandole sebacee. Le sue caratteristiche sono chiazze ricoperte da squame grasse di colore giallastro o leggera desquamazione (forfora) sul cuoio capelluto. Le origini non sono ancora chiare: la fanno da padrone fattori ambientali (sudore, clima, indumenti), genetici, psicologici o psicosomatici (ansia e stress che indeboliscono le difese immunitarie) e fattori ormonali.

Linea Pelle SeccaEucerin si prende cura di tutti i tipi di pelle, anche di quelle soggette a dermatite atopica ed eczema. La Linea Pelle Secca è particolarmente indicata come trattamento coadiuvante per tali patologie cutanee. I prodotti di questa gamma, contenenti i fattori idratanti naturali urea e lattato, garantiscono un’idratazione prolungata e riducono la tensione cutanea.

Ideali per la pelle secca, pruriginosa e desquamata: scopri  5% Urea Crema Rigenerante. Per il cuoio capelluto secco, pruriginoso e tendente alle allergie prova invece 5% Urea Shampoo. Allevia il prurito e dona volume e luminosità ai capelli.

Studi recenti hanno rilevato che l’assunzione di vitamina H (biotina) è un metodo efficace per mantenere l’integrità della pelle e scongiurare lo sviluppo di infiammazioni o intolleranze.

Ma dove si trova la biotina? In alimenti come il fegato, il rognone, il tuorlo d’uovo, il cioccolato, le arachidi, i piselli secchi e il lievito di birra.

Contro gli eczemi, ma soprattutto contro la dermatite seborroica, hanno grande successo i farmaci micotici in quanto eliminano il Pytorosporum ovalis (responsabile dell’eczema seborroico stesso).

Per ridurre il prurito e la sensazione di bruciore, invece, veri e propri toccasana sono gli impacchi antinfiammatori di camomilla fredda e l’applicazione di paste e creme all’ossido di zinco. Inutile dire poi che l’esposizione ai raggi solari e l’acqua del mare sono vivamente consigliati per la pelle affetta da dermatite atopica, seborroica e non.

  Stampa