Combatti le intolleranze della pelle

Combatti le intolleranze della pelle

Vuoi suggerimenti e consigli per alleviare, almeno nella fase iniziale, i fastidi provocati da un’allergia della pelle? Scoprili con MyEucerin!

Dermatite ed eczema atopico, psoriasi, intolleranze solari e chi più ne ha più ne metta. Diverse forme di allergie della pelle con specifici sintomi, metodi di trattamento e terapia. Esistono però alcune generali regole di buona condotta, valide per tutte le intolleranze cutanee, che possono aiutarti a combatterle.

Per l’igiene quotidiana

Evita detergenti schiumogeni o profumati. Privilegia invece l’uso dei cosiddetti “saponi non saponi”, che possiedono un pH fisiologico simile a quello della pelle e non danneggiano lo strato idrolipidico. Nonostante il bagno e la doccia siano momenti di estremo piacere e relax, non prolungarli per più di 10 o 15 minuti: l’eccessiva immersione nell’acqua irrita la pelle.

Ideale è poi l’aggiunta, negli ultimi minuti del lavaggio, di soluzioni oleose detergenti a base di minerali. In caso di doccia, puoi invece applicarli direttamente sulla cute. Ricorda che la temperatura ottimale per l’acqua durante la detersione è di 34 – 36°. Asciugati senza strofinare, tamponando il corpo con dolcezza.

Mi prude!

Qualora l’allergia si manifesti con prurito intenso e irrefrenabile voglia di grattarsi, è bene sapere che alcuni alimenti possono peggiorare la situazione. Si tratta di frutti come fragole, agrumi, banane, ananas, lamponi, avocado e melone, nonché ortaggi come pomodori e spinaci. Anche arachidi, noci, mandorle e alcuni legumi quali i ceci e le lenticchie potrebbero intensificare il prurito. Ancora, prova a evitare i formaggi fermentati, lo yogurt, il cioccolato, gli insaccati e gli alimenti in scatola.

Altri accorgimenti

È buona abitudine indossare indumenti di puro cotone o lino e scegliere capi non aderenti, per permettere alla pelle di respirare. Meglio fare a meno della lana, compresi cappelli e sciarpe, che potrebbe aumentare l’irritazione. Lava la biancheria a 60°, evitando l’uso di detergenti biologici e ammorbidenti e risciacquando il più a lungo possibile. Per finire, cerca di mantenere la tua abitazione a una temperatura di 18-20°. Il surriscaldamento può causare l’aumento della sudorazione e irritare ulteriormente l’epidermide.

Queste sono buone pratiche che, se seguite, rendono più tollerabili i disagi provocati da allergie e intolleranze della pelle. In ogni caso, consulta sempre il tuo medico di fiducia: solo conoscendo con certezza la patologia cui si è affetti sarà possibile sapere come curarla e quali farmaci assumere.

Linea Pelle SensibileLa prima regola da seguire per non irritare la pelle consiste nel rispettarne il naturale pH. I prodotti per la detersione della Linea Pelle Sensibile di Eucerin non danneggiano il film idrolipidico e proteggono dalla secchezza cutanea, anche in caso di lavaggi frequenti.

Come pH5 Bagnocrema Oleoso, il detergente delicato per la pelle di tutto il corpo. La sua azione lipidizzante lo rende particolarmente indicato nei casi di pelle molto sensibile, anche in presenza di prurito.

Scopri anche pH5 Sapone Solido: la sua formulazione senza sapone fa di questo prodotto l’ideale per la detersione quotidiana di mani e viso, in quanto protegge e rafforza la naturale funzione di barriera protettiva della cute.

Il prurito è un sintomo soggettivo che può avere diverse origini. Come il dolore, è considerato uno stimolo nocicettivo; è cioè correlato alla risposta del sistema nervoso a una data stimolazione.

La sensazione di prurito e la voglia di grattarsi sono legate alla liberazione di particolari sostanze nella cute o nelle mucose come reazione di difesa a un'aggressione esterna (punture d'insetto, contatto con sostanze irritanti, infezioni, ecc.) o interna (allergie a pollini o ad alimenti, intossicazioni, ecc.). Si tratta quindi di un sintomo, non di una malattia. La cura deve perciò essere rivolta alla causa che lo scatena.

Per saperne di più, fai clic qui.

Il "sapone non sapone”, anche detto syndet (da synthetic detergent) è una alternativa moderna al tradizionale sapone solido. Chimicamente è composto da tensioattivi di varia natura, ai quali possono essere aggiunti additivi come surgrassanti, emollienti, leganti plastici, coloranti o profumo.

Rispetto a un sapone tradizionale, i vantaggi nell'utilizzo di un syndet sono l’assenza di alcalinità libera, una maggior stabilità del profumo e degli additivi, la possibilità di utilizzo anche con acque dure. Inoltre, il suo pH può essere regolato da 3 a 7.

  Stampa