Via l’inverno dal viso: prepara la pelle alla primavera

Via l’inverno dal viso: prepara la pelle alla primavera

Via l'inverno dal viso, leggi l'intervista e scopri come preparare la pelle alla primavera.

L'inverno mette a dura prova la pelle del viso, esponendola continuamente alle aggressioni del freddo, del vento, dell'umidità e dell'inquinamento. Cosa succede alla pelle durante la stagione fredda?
Se non adeguatamente trattata, con il freddo la pelle si disidrata e può screpolarsi (eczema craquele’). Le conseguenze possono essere prurito e rossori: per proteggerci dal freddo, infatti, il sangue viene veicolato agli organi interni (vasocostrizione superficiale) per poi tornare alla cute (vasodilatazione superficiale). La vasocostrizione riduce la produzione da parte della pelle di sostanze che la mantengono sana, come i lipidi. 

Il mix tipicamente invernale tra sedentarietà e indumenti pesanti interferiscono con l’ossigenazione dell’epidermide, che risulta così più ruvida e spenta. È vero?
Durante l’inverno la pelle è più spenta in quanto meno esposta all’azione dei raggi UV. In più, a causa delle vasocostrizioni, i radicali liberi vengono eliminati più lentamente.

Come ricostituire il normale equilibrio della pelle, eliminando le tracce dell’inverno e preparandola alla più mite stagione primaverile?
Prevenire è sicuramente meglio che curare. L’uso di saponi da bagno poco aggressivi (syndet) e di detergenti delicati per il viso, nonché l’applicazione di emollienti (meglio se contenenti urea, glicerina o vitamina E) sono accorgimenti molto importanti. La pelle va idratata anche più volte al giorno. È necessario infine non trascurare l’idratazione di labbra e mani.

Dr.Pierluca D'Addetta
Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
Il Dr. Pierluca D’addetta si occupa di Medicina e Chirurgia Estetica e Medicina del Benessere a Milano

 

  Stampa