Pelle mista: cos’è e come trattarla

Pelle mista: cos’è e come trattarla

Scopri le caratteristiche di questa tipologia cutanea tra le più diffuse, le sue differenze e le modalità di trattamento ottimali con i consigli della nostra dermatologa.

Che cosa si intende con l’espressione “pelle mista”?
Si dice che una pelle del viso è mista quando sono presenti contemporaneamente zone secche e zone grasse. Le zone grasse riguardano la fronte, il naso e il mento, mentre quelle secche interessano le guance e il contorno occhi. La maggiore oleosità di alcune zone del volto è dovuta all’elevata presenza di ghiandole sebacee, talvolta più attive del normale.

L’arrivo dei primi freddi ha qualche effetto sulla pelle mista?
La pelle, di qualunque tipologia essa sia, va protetta in ogni caso, perché il freddo non aiuta mai. Tuttavia le pelli miste vanno seguite in maniera particolare con prodotti specifici: se da un lato le aree più grasse migliorano, dall’altro quelle a tendenza secca peggiorano. Molto spesso i pazienti con pelle mista considerano positivo l’arrivo della stagione fredda in quanto mal tollerano l’oleosità della loro cute. Così facendo si tendono però a sottovalutare le zone del viso più secche.

Come va trattata?
Con prodotti specifici, formulati proprio per le pelli miste. I detergenti, per esempio, non devono essere troppo aggressivi. Purtroppo i soggetti con pelle mista ricorrono spesso a lavaggi del viso molto frequenti e a detergenti troppo sgrassanti. Questo può comportare la comparsa di dermatiti irritative e, alla lunga, a una maggiore produzione di sebo.

Si può dire che è più frequente sugli adolescenti?
No, non è più frequente negli adolescenti. Colpisce diverse fasce di età. Del resto, la pelle mista è il tipo cutaneo più diffuso.

Dr.Pierluca D'Addetta
Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
Il Dr. Pierluca D’addetta si occupa di Medicina e Chirurgia Estetica e Medicina del Benessere a Milano


  Stampa