Le macchie della pelle

Le macchie della pelle

Scopri cosa sono le macchie della pelle, i fattori che le causano e segui i consigli del nostro esperto sul come fare a evitarle.

Cosa sono le macchie della pelle?
Le macchie della pelle hanno origine prevalentemente dall'esposizione solare (lentigo solari) e sono delle macule tondeggianti, piane, di colore bruno, localizzate a livello delle aree di cute regolarmente fotoesposte: viso, dorso delle mani e schiena.

Quali sono le cause delle macchie della pelle?
Le macchie solari sono dovute a un'iperfunzione dei melanociti, sollecitati da un'eccessiva esposizione al sole. Non sono quindi da confondere con i nei, che sono invece dovuti a iperplasia, un aumento nel numero dei melanociti a livello cutaneo.

Quali consigli per evitarle?
Il migliore consiglio per evitarle è limitare l’esposizione al sole o esporsi con un'adeguata protezione. Una volta presenti, infatti, le macchie della pelle sono infatti molto difficili da eliminare.

Come comportarsi al sole? 
È necessario esporsi con un'adeguata fotoprotezione, scelta in base al proprio fototipo. Protezione solare non significa barriera antisole: mettersi un filtro solare non vuol dire non abbronzarsi, ma abbronzarsi meglio, piu' a lungo e in maniera sicura. Tuttavia la fotoprotezione non è un 'lasciapassare' per un'esposizione illimitata. Le ore piu’ calde vanno evitate ed è sempre bene indossare un cappello, occhiali da sole con lenti adatte e bere molta acqua. Va tenuto inoltre presente che in montagna, ogni 300 metri di dislivello, la percentuale di raggi solari aumenta del 4% e, quindi, più si sale più ci si deve proteggere.

Come scegliere la giusta protezione per evitare le macchie della pelle?
Sulle confezioni dei prodotti sono riportati i valori MED, la minima dose eritematogena, specifica per ogni individuo, indicante la 'quantità' di raggi UVB che provocano l'eritema cutaneo e le macchie della pelle. In altre parole, una persona che può stare al sole senza scottarsi per 10 minuti, con un filtro solare a protezione 6 potrà esporsi senza scottarsi per 60 minuti. Il numero accanto alla sigla FP, inoltre, suggerisce quanto quel prodotto protegge dagli UVA. Esistono infatti delle norme della Commissione Europea del 2006 le quali stabiliscono che un prodotto solare deve contenere dei filtri che proteggano la pelle dagli UVA in misura pari almeno a 1/3 della protezione UVB.

Dr.Pierluca D'Addetta
Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
Il Dr. Pierluca D’addetta si occupa di Medicina e Chirurgia Estetica e Medicina del Benessere a Milano

 

Classificazione delle macchie della pelle

Soprattutto con l’arrivo dell’estate la pelle è in primo piano. Desideriamo un'abbronzatura perfetta e un colorito ammaliante che possa stupire. Ma a volte sull'epidermide compaiono dei piccoli “intrusi” che rovinano l’uniformità del colore: sono le macchie della pelle, ovvero iperpigmentazioni tondeggianti e piane, localizzate a livello delle aree di cute fotoesposte.

Tra le più conosciute forme di macchie della pelle vi sono:

  • Efelidi
  • Lentiggini
  • Lentigo solari o senili
  • Melasma


Efelidi
Le efelidi sono piccole macchie brune, rotonde o ovali, a superficie piana. Sono presenti principalmente nelle zone esposte alla luce solare, soprattutto sul volto, e cambiano di intensità a seconda della stagione. In estate sono più visibili, mentre si attenuano in inverno.

Lentiggini
Le lentiggini sono piccole macchie della pelle di colore scuro, presenti nelle persone con carnagione chiara. Si distinguono dalle efelidi per la forma circolare e liscia e per una distribuzione non localizzata, bensì estesa a tutto il corpo. Le lentiggini sono rare negli infanti e più comuni sui soggetti in fase pre-puberale.

Lentigo solari o senili
Queste macchie della pelle sono dovute a un'iperfunzione dei melanociti, sollecitati da una esposizione solare eccessiva. Si sviluppano solitamente con l’avanzare degli anni: per questo sono anche dette senili. Sono macchie tondeggianti e piane, di colorito variabile, dal marrone chiaro al marrone scuro. Sono molto frequenti sul volto, sul dorso, sul decolleté e sul dorso delle mani.

Melasma
Il melasma è un tipo di iperpigmentazione bruna e diffusa, molto comune nelle donne adulte, che colpisce il volto, soprattutto a livello della fronte e degli zigomi. Nella sua genesi intervengono la predisposizione costituzionale, il sesso femminile, l’azione degli ormoni sessuali estrogeni e lo stimolo del sole o degli ultravioletti. Spesso è scatenato da una gravidanza o dall’uso di pillole contraccettive.

  Stampa